Pošalji link prijatelju Sva polja su obavezna

*link će biti automatski generiran u poruci

Pošalji

A + A - Grad Poreč Feed Pošalji link Print
Vi ste ovdje: Naslovna /
Uredi podatke

ULTERIORE PROGETTO: Approvati i fondi per la documentazione del progetto per aumentare l'efficienza energetica del palazzo Municipale a Parenzo

Parenzo, 14 giugno 2021 - Con la candidatura dell'edificio del palazzo Municipale di Parenzo, al Bando pubblico per il finanziamento della preparazione della documentazione tecnica e dello studio di fattibilità per l'installazione di una pompa di calore acqua di mare/acqua attraverso il progetto UE COASTENERGY progetti per incrementare l’efficienza energetica di edifici pubblici classificati come beni culturali, pubblicato dall'Agenzia regionale per l'energia istriana (IRENA), a fine maggio la Città di Parenzo ha ottenuto il diritto al finanziamento al 100% della preparazione della documentazione tecnica e degli studi di fattibilità per progetti di efficienza energetica.

Il bando pubblico è stato indetto nell'ambito del progetto COASTENERGY del programma INTERREG V-A Italia-Croazia, di cui l’IRENA è partner principale e organizzatore. Il progetto si occupa dell'analisi, valutazione e promozione del potenziale energetico e delle infrastrutture nei porti e nelle aree urbane costiere del Mediterraneo. Oltre all’IRENA, partecipano al progetto altri 7 partner dall'Italia e dalla Croazia. Il progetto è realizzato in un periodo di 36 mesi, il valore totale è di 1.827.670,00€, il budget dell’IRENA è di 207.610,00€, con un tasso di cofinanziamento dell'85%.

In collaborazione con l’IRENA, nell'ambito del progetto UE ENERJ, è stata preparata con successo la documentazione tecnica del progetto per la costruzione e il rinnovo energetico dell'edificio dell'asilo Radost II, a seguito della quale la Città di Parenzo cofinanzia fondi per l'importo di 1.000.000,00 HRK.

Nel campo della trasformazione urbana, il tema dell'efficienza energetica negli edifici storici presenta una sfida estremamente complessa. Un numero significativo di edifici pubblici sono edifici storici protetti, il più delle volte inefficienti dal punto di vista energetico. Per molti di loro si è registrata la necessità di riqualificazione energetica, che, essendo questi edifici sotto la tutela del dipartimento di conservazione, richiede procedure complesse a livello di progettazione e realizzazione. La complessità delle procedure, gli approcci tecnologici alla ricostruzione, la complessità finanziaria e il lungo periodo di ammortamento e la mancanza di esperienza tecnica a livello dell’unità d’autogoverno regionale/locale causano un blocco nel rinnovo delle strutture protette e, di conseguenza, il loro deterioramento.

Data la sua posizione vicino al mare e il suo status di patrimonio culturale e storico della Città di Parenzo, l'edificio del palazzo Municipale è un candidato ideale per la progettazione della documentazione per l'installazione di fonti di energia rinnovabile, acqua di mare / pompe di calore ad acqua. Con questo progetto, la Città di Parenzo, in collaborazione con l’IRENA, continua a costruire la cooperazione, migliorare la qualità e il dialogo costruttivo con i rappresentanti per la conservazione, e questa volta con l'aiuto dell'energia marina, la cosiddetta. Blue Energy mira ad aumentare il livello di efficienza energetica negli edifici - patrimonio culturale.

- Il patrimonio culturale ci è stato lasciato in eredità ed è nostro compito prendercene cura.

Oltre al “Gornji vrtić”, questa è la seconda struttura per la quale definiremo gli obiettivi comuni con i conservatori che porteranno alla completa valorizzazione di questo edificio storico, molto prezioso per Parenzo, ha affermato il sindaco Loris Peršurić.

- L'uso della Blue Energy non ha un trattamento speciale nella legislazione croata, quindi possiamo dire che l'implementazione di un tale progetto pilota è una sorta di sfida nell'uso dell'energia del mare come fonte rinnovabile per il riscaldamento/raffreddamento dell'edificio. Nell'era del cambiamento climatico e della lotta alle scorte di combustibili di origine fossile, l'obiettivo finale dovrebbe essere ridurre le emissioni di CO2 e aumentare l'uso di fonti energetiche rinnovabili, e soprattutto raggiungere l'indipendenza energetica che questi sistemi consentono- ha affermato Gordana Lalić, direttrice dell’impresa per i servizi comunali Parentium d.o.o. che ha il ruolo di coordinatore nella realizzazione di questo progetto.