Pošalji link prijatelju Sva polja su obavezna

*link će biti automatski generiran u poruci

Pošalji

A + A - Grad Poreč Feed Pošalji link Print
Vi ste ovdje: Naslovna /
Uredi podatke

Istituto per l'agricoltura e il turismo di Parenzo ha celebrato i suoi 145 anni

Parenzo,17/11/2020

L'Istituto per l'agricoltura e il turismo di Parenzo la scorsa settimana ha celebrato un anniversario importante – i 145 anni di lavoro scientifico nella tutela e promozione dell'agricoltura istriana.

Con la decisione della Dieta istriana nell'aprile 1875, ha iniziato la sua attività la stazione provinciale della vinificazione, che fu il primo predecessore dell'Istituto. La stazione di vinificazione provinciale è stata fondata sul territorio della monarchia Austro-ungarica, che aveva altre tre istituzioni simili sul suo territorio che sono collegate da radici comuni con l'Istituto odierno. Sul territorio dell'attuale Austria sono state istituite due stazioni, a Klosterneuburg e Rotholz, mentre l'istituto odierno di San Michele all'Adige è stato istituito sul territorio italiano. L'Istituto per l'agricoltura e il turismo, subito dopo il Politecnico di Križevci, è il più antico istituto di ricerca scientifica nel campo delle scienze biotecnologiche in Croazia.

Durante tutti gli anni della sua esistenza, lavorando principalmente in Istria e oltre, l'Istituto, ha cambiato il suo nome, a seconda delle circostanze, attività e quote di ricerca e istruzione all'interno delle sue attività. Fin dalla sua fondazione, tuttavia, l'Istituto ha risolto continuamente questioni cruciali e i problemi principalmente dell'agricoltura istriana, contribuendo così direttamente o indirettamente al suo sviluppo.

L'Istituto, oggi, denominato Istituto per l'agricoltura e il turismo, è operativo dal 6 marzo 1989. Quell'anno, l'allora OOUR Poljoprivredno znanstveni centar, che faceva parte dell'organizzazione di lavoro per l'istruzione media superiore e le scienze agricole di Parenzo Mate Balota, diventa un'organizzazione di lavoro indipendente. Dal 1996, l'Istituto per l'agricoltura e il turismo funge da istituto pubblico scientifico della Repubblica di Croazia, per viticoltura, vinificazione, olivicoltura e olio d'oliva, coltivazione vegetale, agro economia, turismo nelle zone rurali, turismo sostenibile e turismo di particolare interesse ed ecologia come specialità scientifiche.

A causa della situazione epidemiologica, il grande anniversario è stato celebrato da una conferenza scientifica sul tema Sviluppo sostenibile dell'agricoltura e del turismo nel contesto dei cambiamenti climatici, organizzata dal Dipartimento di Scienze Naturali dell'Accademia Croata delle Scienze e delle Arti, dall'Accademia delle Scienze Agrarie e dall'Istituto per l'agricoltura e il turismo.

Prima dell'inizio dell'incontro, che si è tenuto tramite il collegamento video, con l'Istituto si è personalmente congratulato il sindaco di Parenzo Loris Peršurić.

- In veste di sindaco, ma soprattutto come parentino, devo sottolineare quanto siamo orgogliosi come comunità locale di avere nella nostra città un'istituzione come l'Istituto per l'agricoltura e il turismo. In primo luogo perché una tale istituzione ci lega permanentemente al nostro patrimonio ereditario e al futuro. Siamo in primo luogo la città del turismo, ma allo stesso modo, siamo la città dell'agricoltura, che in una piccola area geografica riunisce alcuni tra i migliori produttori – che si tratti di vino o olio d'oliva... Questa non è solo la storia di Parenzo, ma anche di tutta l'Istria. Ecco perché il ruolo dell'Istituto nel nostro contesto è speciale.Si tratta di una comunità scientifica attiva che è integrata nella vita quotidiana della nostra città e che ci aiuta a migliorare di giorno in giorno, ha detto Peršurić.

Dean Ban, direttore dell'Istituto, ha osservato che l'istituzione alimenta un approccio multidisciplinare alla ricerca che collega l'agricoltura al turismo, due settori strettamente correlati, interdipendenti e indivisibili.

- È noto che la qualità, la specificità, la tradizione e la reputazione della produzione agroalimentare e dei prodotti in una particolare area geografica possono avere un forte impatto sullo sviluppo del turismo, mentre d’altro lato, le tendenze globali nelle abitudini alimentari nel turismo stanno accompagnando cambiamenti nella struttura e nel volume della produzione agricola, ha detto Ban, sottolineando che l'Istituto ha fatto grandi progressi in ogni modo negli ultimi 7-8 anni.

- Il numero di progetti nazionali e internazionali presentati, candidati e finanziati nonché la produzione scientifica, sono molto superiori. Mentre il finanziamento di bilancio è quasi allo stesso livello di qualche anno fa, i fondi generati dall'Istituto attraverso gare d'appalto competitive e attraverso attività di servizio (e re-indirizzati alla ricerca scientifica) sono cresciuti molte volte. Oggi l'Istituto impiega quasi il 50% di personale in più rispetto a cinque anni fa. Secondo tutti gli indicatori del successo dell'attività scientifica, l'Istituto sta facendo grandi progressi. Per la realizzazione di progetti attuali e futuri e di altre attività, è necessario tutto il sostegno dei ministeri competenti, quello della Scienza e dell'istruzione, dell'Agricoltura, del Ministero del turismo, della Regione e dell'amministrazione locale, sostegno che ci aspettiamo di continuare a ricevere, poiché finora abbiamo sempre collaborato bene in tutti i campi, che si spera saranno ancora più rilevanti in futuro.

Le congratulazioni all'Istituto sono giunte da parte degli accademici - il presidente dell’incontro Ferdo Bašić e Franjo Tomić, presidente dell'Accademia delle Scienze Agrarie. L’incontro è proseguito con presentazioni plenarie di opere nel campo dell'agricoltura e del turismo - Valutazione della situazione e segnaletica di intensificazione sostenibile dell'agricoltura croata nelle condizioni di cambiamento climatico, con particolare enfasi sull'Istria, Livello ottimale di gestione del turismo croato e Attività scientifica e professionale dell'Istituto per l'agricoltura e il turismo.