Pošalji link prijatelju Sva polja su obavezna

*link će biti automatski generiran u poruci

Pošalji

A + A - Grad Poreč Feed Pošalji link Print
Vi ste ovdje: Naslovna /
Uredi podatke

LA CITTÀ DI POREČ-PARENZO – CITTÀ CHE COMPRENDE I BISOGNI DEI SERVIZI DI EMERGENZA

In occasione della Giornata europea del numero 112, Numero Unico di Emergenza dell’Unione Europea il Sindaco di Parenzo Loris Peršurić, l'11 febbraio 2020 ha incontrato i responsabili dei servizi d'emergenza – la responsabile del Pronto soccorso di Parenzo e la direttrice dell'Istituto del servizio sanitario della Regione Istriana dott.ssa Gordana Antić, il comandante dell’Unità pubblica dei vigili del fuoco di Parenzo Denis Matošević e il comandante della Stazione di polizia di Parenzo Davor Švenda.

Il Sindaco si è complimentato con il livello di servizio e di collaborazione della Città con tali istituzioni, sottolineando che la Città si impegnerà sempre ad essere disponibile per aiutare, entro i limiti delle sue possibilità finanziarie e giuridiche affinché la città sia sicura e i servizi d'emergenza equipaggiati, veloci, efficienti e professionali.

-Ci piace vantarci di essere una città sicura grazie ai nostri servizi di emergenza. Ognuno ha il proprio ministero, e colgo l'occasione per chiedere ai ministeri competenti di aiutarli maggiormente con l'equipaggiamento, l’attrezzatura e il personale. Mi riferisco al soccorso sanitario, che ha bisogno di condizioni migliori e di un maggior aiuto, soprattutto nella nostra città che prospera di giorno in giorno, ora e nella stagione turistica quando il numero della popolazione aumenta di cinque volte e passa dai 120 ai 150 mila, ha detto il sindaco Peršurić.

Ha aggiunto che con i comuni del circondario, le imprese turistiche elargiscono circa un milione di kune l'anno per ulteriori squadre di soccorso sanitario di emergenza, in modo che la porta del Pronto Soccorso di Parenzo sia sempre aperta. Due anni fa, insieme all'Istituto per la Medicina d'Urgenza della Regione Istriana hanno donato alla succursale di Parenzo una nuovo veicolo, e l'equipaggiamento per i dipendenti, e finanziano anche le spese di alloggio al personale carente – medici e agenti di polizia. Ha annunciato che stanno lavorando insieme con i partner stranieri per acquistare ancora un veicolo per il soccorso sanitario, mentre i vigli del fuoco che per lo più sono finanziati dalle autorità locali, hanno un’ottima collaborazione, che ha permesso l'acquisto dei veicoli dei vigili del fuoco alcuni anni fa e in futuro per l’acquisto di un ulteriore veicolo ed equipaggiamento aggiuntivo per l'unità dei vigili del fuoco, con i mezzi dei fondi dell'UE.

Il comandante Švenda ha affermato che, cofinanziando la sistemazione degli agenti di polizia, hanno contribuito a mantenere gli agenti nella zona, poiché la maggior parte di essi proveniva dal continente. Ha ringraziato la Città per il sostegno delle spese di alloggio degli agenti di polizia che arrivano durante la stagione turistica, così come per gli agenti di polizia stranieri. – L'unità di tutti i servizi di emergenza è una garanzia per un sistema di soccorso di alta qualità. Non tutte le stazioni di polizia hanno questa fortuna e la possibilità che l'unità d'autogoverno locale come la Città di Parenzo, stia dietro a tutte le nostre esigenze e comprenda le necessità del nostro servizio, entro le disposizioni di legge. In seguito a Parenzo, abbiamo ricevuto risposte anche in altre città della Regione -ha detto la dott.ssa Antić. Per quanto riguarda il soccorso sanitario, siamo oltre gli standard a livello regionale e locale durante tutto l'anno con un servizio estivo sopra gli standard, perché la Regione Istriana e l'Istituto per la medicina d'emergenza hanno un numero limitato di squadre di medicina d'urgenza, stabilito dal Ministero della Salute.

-Nella succursale di Parenzo, grazie alla Città e alla Regione, abbiamo tutti i mezzi necessari per espletare il nostro servizio, le squadre sono preparate, ma il personale è insufficiente, si fa lo straordinario, attualmente nella Regione Istriana mancano otto medici specializzati in medicina d'emergenza, quelli che ci sono, non possono andare in ferie; ci impegniamo al massimo a reperire nuovi medici, che ora sul mercato scarseggiano e attualmente introduciamo al lavoro medici che giungono da altre parti della Croazia, con la conseguente problematica dell'alloggio. Sul territorio attualmente abbiamo a disposizione due alloggi a Parenzo e a Fontane. Facciamo del nostro meglio per soddisfare le richieste, in estate si nota un notevole aumento della popolazione, cinque volte maggiore e noi abbiamo solo una squadra di pronto intervento in più. In questo momento stiamo elaborando un contratto sull'integrazione funzionale di tutte le nostre istituzioni sanitarie, concretamente alla succursale di Parenzo con le Case della salute dell’Istria, per riuscire a rispondere a tutti coloro che ne hanno bisogno, pet far giungere il nostro aiuto il più presto possibile,- ha detto la Antić e ha aggiunto che nel Parentino raggiungono i 3000 interventi circa.

Il comandante dei vigili del fuoco, Denis Matošević ha dichiarato che il corpo dei pompieri è pronto e disponibile a rispondere ai compiti assegnati con i quali spesso vengono messi alla prova. – L'Unità dei vigili del fuoco è ben equipaggiata, grazie ai mezzi del fondatore, la Città. Abbiamo personale qualificato, lo scorso anno abbiamo acquistato due nuovi veicoli, stiamo per acquistare altri quattro veicoli, i nostri piani sono ambiziosi ma realizzabili perché abbiamo il sostegno della Città con cui è importante continuare la collaborazione- ha concluso Matošević.

Il sindaco ha ringraziato ancora una volta tutti i servizi d'emergenza per i loro interventi, e ha sottolineato anche la loro presenza e disponibilità ad intervenire in tutte le numerose manifestazioni che si svolgono durante l'anno.