Pošalji link prijatelju Sva polja su obavezna

*link će biti automatski generiran u poruci

Pošalji

A + A - Grad Poreč Feed Pošalji link Print
Vi ste ovdje: Naslovna /
Uredi podatke

Iniziano i lavori di allestimento della Riva a Parenzo

Incominciano da lunedì, 2 dicembre i lavori di allestimento della Riva di Parenzo, è stato annunciato oggi alla firma del contratto per l’esecuzione dei lavori, alla presenza del sindaco di Parenzo Loris Peršurić, dell'assessore dell'Assessorato sistema comunale Marino Poropat, e l'assessore dell'Assessorato pianificazione territoriale e tutela dell'ambinete Damir Hrvatin, il rappresentante del progettista Alan Kostrenčić dell'Ufficio Kostrenčić e Krebel di Zagabria e Nino Filipin, rappresentante dell'esecutore dei lavori, della ditta ADRIAING d.o.o. di Buie e Dino Ružić dell'Istra inženjering d.o.o. di Parenzo, responsabile della supervisione dei lavori.

Le ditte sono state scelte in base al bando del concorso pubblico, il valore dei lavori ammonta a 26 milioni di kune IVA compresa; il termine per la realizzazione dei lavori è il mese di giugno 2020. Oltre alla Città di Poreč-Parenzo, il lavori sono cofinanziati anche dall'Ente turistico della Città di Parenzo, con 2 milioni di kune.

-Il progetto di ricostruzione della Riva è uno dei progetti più importanti per la nostra città. Dopo che negli ultimi anni abbiamo costruito la circonvallazione, la canalizzazione in 90% del territorio della città, abbiamo costruito due scuole e due asili, ora iniziamo con l’allestimento della riva. Si tratta di un progetto impegnativo che si è evoluto negli anni, con la collaborazione dei progettisti del nostro assessorato competente, dei conservatori e di tutti gli addetti alle infrastrutture, che ringraziamo.

Proprio per il motivo che non si tratta solo della riva, ma di una parte integrante del nostro nucleo storico, questo progetto deve ottenere molti più permessi e autorizzazioni dei progetti classici. Abbiamo bisogno anche di uno dei permessi più importanti, quello del conservatore dei beni culturali.

-L'idea e il desiderio primario è di riportare i nostri cittadini in Riva, per renderla uno spazio moderno, funzionale e accessibile, adatto anche ad ospitare eventi. Aggiungiamo che le bancarelle saranno rimosse, si sistemeranno gli alberi, mentre il traffico durante i lavori funzionerà con qualche intoppo. Per questo motivo preghiamo i cittadini e gli utenti della riva di avere pazienza e comprensione.Sono sicuro che a conclusione dei lavori, otterremo una Riva come la nostra città, uno dei campioni del turismo croato, merita -ha detto il sindaco.

L'assessore Hrvatin e il progettista Kostrenčić hanno presentato lo spazio dei lavori, nelle sue fasi. Il progetto comprende la ricostruzione e la costruzione dell'infrastruttura comunale e l'allestimento della pavimentazione con l'attrezzatura urbana. Prevede anche la sistemazione della zona centrale della parte costiera, le comunicazioni pedonali e stradali tra piazza del Popolo, l’Autorità portuale e il filare di alberi storici in prossimità delle mura di cinta meridionali, collegando quest’area con il nucleo storico della città - Cardo Massimo, Piazza della pescheria e altro.

Le caratteristiche di base sono l'adattamento dello spazio ai pedoni, la rimozione delle bancarelle e dei parcheggi, la sistemazione del viale storico e il lungomare, l'installazione di nuove attrezzature comunali come panchine, illuminazione indiretta e illuminazione pubblica, rimozione dell'asfalto e pavimentazione del lungomare/riva con la sistemazione dei punti per i bracaioli, con l'installazione di tutte le infrastrutture necessarie per svolgere varie manifestazioni.

Vogliamo allestire lo spazio pubblico come una sorta di salotto per i nostri cittadini, non vogliamo che questa sia solo una bella immagine, ma vogliamo riportare i Parentini sul lungomare e in Riva. La stiamo facendo per loro e valutiamo che se il lungomare sarà piacevole per noi, sarà piacevole per tutti coloro che vengono nella nostra città - ha detto Hrvatin notando che la situazione odierna impedisce la vista sul mare a causa di un gran numero di barriere, come la mancanza di panchine e di viabilità impedisce ai cittadini di trattenersi in Riva. – La priorità era di risolvere le questioni inerenti al traffico, l’infrastruttura e il modo di utilizzo, la Riva e in fine il design. Dipende dal gusto personale, ma è soprattutto con l’installazione dell'attrezzatura necessaria e aprendo lo spazio, che restituiremo alle persone il lungomare/la riva.

-Ciò che è bello, sarà valorizzato al massimo, i valori storici saranno visibili. I materiali della pavimentazione sono stati accuratamente selezionati e avranno affinità con quelli della basilica Eufrasiana, soprattutto nel filare di alberi storici, ha detto Kostrenčić e ha ringraziato le soluzioni progettuali del designer dello studio Numen di Zagabria.

A conclusione è stato affermato che l'organizzazione dell'intera Riva della città era già stata progettata, ma per motivi finanziari e pratici si è deciso di modificare una parte alla volta a seconda delle priorità. Così, dopo aver sistemato la riva della città, dall'hotel Palazzo al molo doganale, è venuta l'ora di allestire il tratto del molo doganale al caffè della città.