Pošalji link prijatelju Sva polja su obavezna

*link će biti automatski generiran u poruci

Pošalji

A + A - Grad Poreč Feed Pošalji link Print
Vi ste ovdje: Naslovna /
Uredi podatke

Dalle Alpi alla Basilica Eufrasiana: Elisa Tomellini per la prima volta a Parenzo

Ancora un'esibizione per gli amanati della musica classica, nell'ambito del 56o Concerto nella Basilica Eufrasiana, che siano concerti di alta qualità, ce ne siamo convinti già venerdì con il Trio Alba, però quello a cui potremo assistere martedì 25 luglio 2017 nella Basilica, sarà una storia che ci ispirerà, così ci hanno detto all’Università popolare aperta di Parenzo.

Elisa Tomellini, pianista e alpinista di Genova nel mese di luglio è riuscita a fare l’impossibile – esibirsi in un concerto a 4500 m in alta quota dopo essersi arrampicata fino al luogo dell’esibizione a piedi. Questa impresa sembrava all’inizio impossibile. Nessuno finora si era esibito al pianoforte a coda ad una quota simile, dopo essersi arrampicato fino in cima. L’elicottero è partito dalla stazione sciistica Gressoney, trasportando il pianoforte sul ghiacciaio del Colle Gnifetti, mentre Elisa Tomellini interprete curiosa ed esploratrice instancabile, ha sfidato se stessa raggiungendo l'originale palcoscenico a piedi con uno staff di alpinisti e tecnici audio e video. L’impresa è stata filmata e diventerà un dvd i cui ricavi andranno in beneficenza.

L'artista è innamorata delle montagne e tiene concerti in posti particolari, lontano dalla sale da concerto e teatri, tanto che il mese di luglio del 2107, rimarrà nella storia per essersi esibita in cima alla montagna, e poi terrà un concerto anche nella Basilica Eufrasiana, monumeto sotto il patrocinio dell'UNESCO.

La concertista è stata una bambina prodigio ha iniziato gli studi di pianoforte all'età di 5 anni, e a 16 è stata ammessa alla prestigiosa accademia Incontri col Maestro a Imola. Il rinomato quotidiano britannico The Guardian l'ha descritta come una dei più brillanti talenti della straordinaria generazione di pianisti. Si è laureata „cum laude“ (con lode) al Conservatorio Giuseppe Verdi a Milano nel1997, dopo di che ha continuato i suoi studi con Vincenzo Balzania, con il quale amplia il proprio repertorio e perfeziona la tecnica strumentale.

Dopo il periodo di studi ha vissuto alcuni anni sulle Alpi, dove ha coltivato la passione per il trekking e l'alpinismo, per poi proseguire con l'esplorazione e la conquista delle vette nelle parti più remote del mondo. Elisa è ritornata ai concerti con il debutto nel Kenedy Center a Washingtonu e nella sala Gewandhaus a Lipsia. Una pianista virtuosa dal vasto repertorio, dal romanticismo russo a cui dedica spesso interi recital, ai nuovi generi, come Tango Nuevo alle musiche di Astor Piazzolla, che arrangia personalmente. Al suo concerto promozionale a Parenzo, Elisa Tomellini eseguirà il prgramma La leggerezza di cui fanno parte opere di Scarlatti, Chopin, Liszt, Gershwin e Rachmaninov. L'Università popolare aperta di Parenzo, come organizzatore del 56a edizione Concerti in Eufrasiana, presenterà Elisa oltre che a Parenzo anche al pubblico di Torre due giorni dopo l'esibizione nella Basilica, il 27 luglio 2017.

I biglietti per il concerto in Basilica possono essere prenotati online al link http://rezervacije-poup.hr/users/sign_in, saranno disponibili anche all'entrata della Basilica un'ora prima del concerto.

Sponsor della 56a edizione di Concerti in Basilica Eufrasiana è il Ministero della Cultura della Repubblica di Croazia, la Città di Parenzo, la Regione Istriana, l'Ente turistico della Città di Parenzo, la Diocesi di Pola e Parenzo e l'Ufficio parrocchiale di Parenzo.

La manifestazione è supportata dai Vini Damjanić e dal ristorante Dalì.

PROGRAMMA:

La leggerezza - Lakoća - Lightness

D. Scarlatti: Sonata K 54 D. Scarlatti: Sonata K 141

F. Chopin: Berceuse Op. 57

F. Chopin: Improvviso Fantasia Op. 66 F.

Liszt: Koncertantna etida La Leggerezza S144 F.

Liszt: Studi di Paganini S 140 N° 6 - tema varaizioni (prima versione del 1838)

G. Gershwin: (Tre preludi)

S. Rachmaninov: Moments musicaux, Op. 16